50 FREE SPINS senza deposito + 2000 euro cashback + 1 Milione di Free Spins

Euro 2024: gli Ottavi di Finale pt.4

Ultimo round di ottavi di finale in scena quest’oggi. Ancora due sfide appassionanti per stabilire quali saranno le ultime due squadra ad ottenere il pass per i quarti di finale. Fino ad ora solo noi Azzurri abbiamo deluso così profondamente le aspettative. Le altre big del calcio europeo sono lì dove devono essere: Spagna, Germania, Francia, Portogallo, Inghilterra e Svizzera sono pronte e attendono con ansia di conoscere le ultime due ad entrare tra le magnifiche 8 del continente!

Romania – Paesi Bassi

Dopo un girone passato senza troppi patemi, i Rumeni sognano l’impresa di eliminare gli olandesi! Nelle tre gare della prima fase la Romania ha saputo imporsi nettamente nel match dell’esordio contro l’Ucraina, dove ha vinto 3 a 0, costruendosi una bella ipoteca sul passaggio del turno. I Paesi Bassi dal canto loro si sono qualificati alla fase ad eliminazione diretta come una delle migliori terze, risultato maturato dopo il pareggio contro la Francia, la sconfitta contro l’Austria e la vittoria agevole contro la Polonia. Sulla carta la formazione Orange non dovrebbe avere grandi difficoltà, ma io invece mi aspetto una gara molto più combattuta di quanto si possa immaginare. Prevedo che al termine dei 90 minuti il risultato sarà di parità, e gli olandesi per spuntarla contro i rumeni dovranno sudare fino al 120 minuto. Al termine dei supplementari il popolo olandese potrà festeggiare la qualificazione ai quarti di finale!

xavi-simons-olanda

Austria – Turchia

Austria contro Turchia è ha detta di molti l’ottavo di finale più equilibrato di Euro24. Nessuna delle due compagini può essere considerata davvero una big del calcio europeo, ma entrambe hanno giocato un girone di qualificazione ben oltre la media. Gli austriaci hanno addirittura chiuso al primo posto nel loro girone, mettendo dietro Francia e Olanda; i turchi guidati da Vincenzo Montella invece hanno chiuso al secondo posto il loro girone, dietro solo al Portogallo di CR7. Da una parte l’Austria, squadra rocciosa, ordinata, forte fisicamente e molto attenta in fase difensiva; dall’altra la Turchia, squadra giovane, veloce, imprevedibile e spensierata, soprattutto nella metà campo offensiva. Insomma due filosofia diverse a confronto. L spunterà il pragmatismo austriaco di Arnautovic, Sabitzer e compagni, oppure il calcio vivace turco, coordinato da Calhanoglu, Yildiz e Guler? Io dico che dopo una gara molto divertente a festeggiare saranno i turchi di Montella, che voleranno così ai quarti di finale!

kenan-yildiz-turchia